Centro Barthélémy

L'artista lirica e pedagogista della voce Yva Barthélémy ha messo a punto, nel corso di trent’anni di studio approfondito, un protocollo di esercizi per i cantanti lirici, focalizzato sull’allenamento muscolare specifico dell’apparato pneumo-fono-articolatorio.

La validità di questo metodo, composto da un insieme di movimenti precisi e finalizzati, associati a un particolare lavoro fonatorio, è riconosciuta da molti illustri foniatri europei. Con il suo lavoro Yva Barthélémy ha dimostrato che la medicina specialistica e lo studio del canto sono due percorsi che si possono congiungere in un cammino armonioso e complementare.

IL METODO BARTHÉLÉMY
LA VOCE LIBERATA

Una tecnica di preparazione muscolare per l’Arte Lirica e la rieducazione vocale. La Voce è uno strumento raffinato ed estremamente vulnerabile, soggetto a un possibile indebolimento causato dall’affaticamento. La stessa Yva Barthélémy, artista lirica e pedagoga della voce, è incorsa in questa brutta esperienza nel corso della sua carriera; ha così intrapreso un lavoro di ricerca scientifica e didattica che l’ha portata a formulare un metodo di tecnica vocale che permetta al cantante di avere uno strumento vocale sempre in piena forma, e di esprimersi al massimo delle sue abilità artistiche.

Il metodo “La Voce Liberata" si basa sulla conoscenza approfondita dell’anatomia e della fisiologia. Gli insegnanti abilitati da Yva Barthélémy sono formati alla valutazione delle caratteristiche individuali del cantante e a un’accurata personalizzazione nell’applicazione del protocollo di esercizi previsto. Il metodo presuppone infatti che, nella gestione del proprio apparato fonatorio, il cantante si comporti come un atleta, dal momento che nel gesto del canto lavorano in sinergia oltre trecento muscoli. È importante rinforzare la muscolatura coinvolta per poter sviluppare le caratteristiche vocali individuali e garantirne una preziosa longevità.

Nell’Associazione Musica in Lemine è Giuseppina Cortesi, direttrice e coordinatrice dei corsi di musica e insegnante certificata nel metodo, che si occupa di trasmettere queste conoscenze e formare i cantanti lirici secondo questa metodologia. La docente è strettissima collaboratrice di Madame Barthélémy, organizzatrice di numerosi stage dedicati al suo metodo e traduttrice dei libri pubblicati in lingua italiana.

Per maggiori informazioni visita www.associazioneitalianayvabarthelemy.com

Lo spazio dedicato al metodo La Voce Liberata di Yva Barthélémy, all’interno dell’Associazione Musica in Lemine propone lezioni individuali e stage di gruppo.

L’apprendimento dei movimenti di riscaldamento e rinforzo della catena muscolare del canto richiede tempo ed estrema attenzione. L’incontro individuale si sviluppa in un’ora di lezione in cui l’insegnante declina il metodo sulla peculiarità fisica di ogni allievo, mentre le prime lezioni sono dedicate esclusivamente all’acquisizione dei cinque esercizi che compongono la preparazione giornaliera di base.

Lo studio quotidiano è fondamentale per l’acquisizione del metodo: l’eserciziario di circa dieci minuti va eseguito una volta al giorno per cinque giorni consecutivi, alternati a due giorni consecutivi di riposo. In questo modo si può avere la certezza di un recupero ottimale.
Poiché si tratta di un metodo formidabile di riscaldamento, che agisce sulla muscolatura che precede l’accollamento cordale, permette poi al vocalizzo tradizionale di essere veicolo di studio per le posizioni del canto.

Lo studio del repertorio integra poi la scrittura musicale all’approccio tecnico.
Lo stage che madame Barthélémy tiene in Italia con Giuseppina Cortesi si articola in una settimana di lavoro per un gruppo di massimo 8 persone. Il primo giorno prevede un incontro in cui si spiegano le origini e le finalità del metodo “La Voce Liberata”, e a seguire si ascoltano per la prima volta gli stagisti.

Nei cinque giorni seguenti al mattino si partecipa a un’ora di ginnastica a terra con esercizi che agiscono in profondità sulla catena muscolare del canto, e a seguire si studia l’eserciziario base del metodo e specifici vocalizzi ideati sempre da Yva Barthélémy.

Nel pomeriggio lo studio è dedicato al repertorio. Grazie a una guida sicura e preparata, la frase musicale si fonde con i principi muscolari degli esercizi mattutini.
Il concerto finale dell’ultimo giorno è una fase fondamentale nello stage, poiché permette di valutare la capacità dell’allievo di gestire lo stress nel momento performativo, dando in seguito consigli mirati.

Contattaci

Vuoi informazioni sui corsi o sulle modalità per iscriverti o associarti? Scrivici un messaggio, ti risponderemo il prima possibile.